Una cena in spiaggia

spiaggia3Ciao a tutti, oggi foto ricordo di una bella serata in spiaggia, con cena vista mare; l’amazing outfit è molto semplice, sui toni dell’azzurro, per rimanere in tema, sandali gioiello e clutch di mia mamma, che mi riporta ad altre sere al mare, in Versilia, giusto qualche annetto fa. Ricordo i pony a Forte dei Marmi (criticatissimi da Briatore in polemica con le strutture carenti della Versilia, che pare abbia avuto un calo del turismo quest’estate), i venditori di cocco e le spiagge enormi, noi bambini che preparavamo la pista delle biglie, le focaccine di Pietro e i lunghi giri in bici per la pineta, i primi film visti da sola al cinema con gli amici, la finale del Mondiale del 1982: ora i ruoli si sono invertiti, la mamma sono io, e pensarlo fa sempre un certo effetto…scaricando le foto ho notato che in un paio di queste B. fa la polletta sul bagnasciuga, troppo dolce il mio tesoro. Vabbè non voglio essere troppo sdolcinata e nostalgica, altrimenti parte la lacrima e potrei danneggiare il pc aziendale, con conseguente fustigazione, quindi vi auguro una buona giornata e aspetto i vostri commenti, magari sul tema delle vostre vacanze da piccoli.

spiaggia0

spiaggia1

spiaggia2

spiaggia4

spiaggia5

spiaggia6

spiaggia8

spiaggia9

spiaggia10

spiaggia11

Le vacanze delle blogger (stellari e non)

beige1Ciao a tutti e buon rientro, spero che abbiate trascorso delle vacanze riposanti e serene, nonostante il tempo pazzerello. Mentre le comuni mortali, come me, cercavano di ricaricare le pile, le Super blogger in questo periodo non si sono fermate un attimo: la Kris, ad esempio, ha deciso di trasferirsi a Los Angeles, probabilmente ha capito che se continuava a farsi fotografare in top di voile a gennaio in Svizzera non sarebbe arrivata a 40 anni, allora, come una rondinella firmata Vuitton, è migrata verso lidi più caldi. Sono contenta per lei, perchè vedere il suo bel viso stravolto dai crampi dell’influenza intestinale mi faceva star male ogni volta. Sarà meno contento il suo gastroenterologo, che, con le parcelle che emetteva per curarla, si è comprato un grattacielo a Montecarlo, ma questa è un’altra storia.

Wendy, invece, è andata a vivere in un nuovo appartamento, un loft fighissimo, si è trovata pure un mega ufficio ed ha arredato entrambi contemporaneamente, roba che avessi dovuto farla io mi avrebbero raccolta con un cucchiaino, ma lei no, sempre fresca come un bocciolo di rosa, pettinata e truccata alla perfezione, non parliamo dei vestiti. Sarà aliena ‘sta ragazza? No perchè quando io ho rifatto il bagno mi sono beccata la mononucleosi per colpa dello stress che abbassa le mie difese immunitarie già fragiline, quindi vi lascio immaginare i miei outfit in quel periodo….vabbè lasciamo stare.

Io, più modestamente, ho invece approfittato delle ferie per rilassarmi e riorganizzare un po’ il mio guardaroba e quello di B. (mentre facevo le valigie), buttando via tante cose che erano logorate dagli anni, ma toglievano spazio e mi facevano perdere tempo ogni volta che cercavo le cose nell’armadio. Il mio buon proposito per l’anno lavorativo che inizia infatti è quello di semplificare, per evitare di ritrovarmi collassata come questa primavera. Casa in ordine, pochi capi, ma buoni, nell’armadio, pochi cibi, ma di qualità, nella dispensa, per non impazzire e avere tutto fuori posto. In vacanza ho portato sempre troppo, ma meno degli altri anni, così, al momento di cambiare le valigie per la montagna, non ho avuto un malore. Fra i capi decisamente buoni del mio guardaroba portati al mare vi sono i pantaloni bianchi di Max Mara che avevo acquistato, circa una decina di anni fa, da Giovannina a Diano Marina, che ho abbinato a un twin-set beige, dato che con questi colori mi sento particolarmente a mio agio. Al polso un bracciale di Sodini, che Mago Raffa mi ha regalato per l’anniversario di matrimonio, un accessorio che ‘veste’ da solo, messo quello non c’è bisogno di altro, cosa ne dite?

beige0

beige2

Piatti estivi: vellutata di zucchine e totani

vellutatazucchinetotani0

Ciao a tutti e buon venerdì, oggi pubblico una ricetta che nelle mie intenzioni doveva essere una stra-figata, purtroppo i totani non erano dei migliori (hanno fatto parecchia acqua in cottura), in più nella dispensa, ormai prossima alle ferie, mancavano delle cipolle e quindi i poveri totani non si sono neppure insaporiti granchè. Allora facciamo che vi lascio la ricetta come dovrebbe essere fatta, così voi sapete regolarvi, le foto le ha fatte la mia adorata B., con la macchina fotografica che le ha regalato il padrino per la Prima Comunione. Le dosi sono per tre persone.

Per la vellutata: mezzo chilo di zucchine, una cipolla, olio, sale q.b. Pulite bene le zucchine, tagliatele a metà, fatele rosolare in una pentola con dell’olio, poi coprite con acqua calda e portate ad ebollizione, salate e fate cuocere per mezz’ora circa, finchè le zucchine saranno tenere. Frullate con il frullatore ad immersione le zucchine con un po’ del brodo di cottura, poi, se volete gustare la vellutata fredda, lasciate intiepidire e mettetela in frigo fino al momento di mangiarla.

Per i totani: mezzo chilo di anelli di totani, olio, un quarto di cipolla, sale q.b. Lavate i totani, asciugateli, fateli saltare in padella con l’olio e la cipolla per cinque minuti, salateli a fine cottura.

Portate in tavola la vellutata con sopra i totani, condite con un po’ d’olio a crudo e qualche fogliolina di basilico.

vellutatazucchinetotani1